Cashback di stato: cos’è e come si fa ad ottenerlo

Il cashback consiste nella restituzione in denaro di una percentuale di quanto pagato in un semestre tramite sistema “cashless”. Scopriamo come…

Come ormai noto ai più, il c.d. “cashback” è un istituto ideato dal Governo al fine di incentivare i pagamenti tramite moneta elettronica (carta di credito, bancomat, altri strumenti di pagamento dematerializzati, come l’App Satispay), nella più ampia e generalizzata lotta all’utilizzo dei contanti ed all’evasione fiscale.

In sintesi, come dice la parola stessa, il cashback consiste nella restituzione in denaro di una percentuale di quanto pagato in un semestre tramite sistema “cashless”.

Nel periodo natalizio si è assistito ad una sorta di “prova generale”, che prevedeva il diritto alla restituzione di una percentuale degli acquisti effettuati nel periodo compreso tra l’8 e il 31 dicembre.

Nello specifico, il c.d. cashback di Natale aveva l’ulteriore scopo di incentivare gli acquisti nei negozi fisici per le feste e richiedeva l’effettuazione di almeno 10 operazioni “cashless” (ciascuna per un valore massimo riconosciuto di 150 euro), in relazione alle quali veniva riconosciuto il 10% di rimborso, fino a un massimo di 1.500 euro. In relazione a tale primo “esperimento”, le somme spettanti a titolo di rimborso saranno accreditate a febbraio 2021 sull’Iban indicato al momento dell’adesione all’iniziativa.

Dal 1 gennaio 2021 partirà invece il cashback “ordinario”, che durerà fino al 30 giugno 2022.

Anche in questo caso verrà riconosciuto un rimborso pari al 10% di quanto speso dal consumatore fino a un massimo di 1500 euro a semestre e purchè nel medesimo lasso di tempo (sei mesi) si facciano almeno 50 operazioni cashless. Ogni pagamento sarà valorizzato fino ad un massimo di 150 euro (ciò al fine di agevolare chi esegue numerosi pagamenti per importi ridotti).

Ciò significa che il rimborso massimo al quale è possibile aspirare è di 300 euro in un anno.
E’ inoltre previsto un c.d. Supercashback, ovverosia il diritto al rimborso del 10% di quanto speso in ogni semestre (sempre fino ad un massimo di 1500 euro), in aggiunta al cashback standard ai primi 100.000 registrati che abbiano effettuato il maggior numero di operazioni cashless, a condizione che abbiano eseguito almeno 50 operazioni di pagamento nel corso del semestre.

I periodi presi in considerazione ai fini del rimborso sono i seguenti: 1° gennaio 2021 – 30 giugno 2021; 1° luglio 2021 – 31 dicembre 2021; 1° gennaio 2022 – 30 giugno 2022.

Il rimborso (sia standard che super) dovrebbe avvenire entro 60 giorni dalla fine del periodo di riferimento (così, ad esempio, per operazioni effettuate nel primo semestre il rimborso dovrebbe avvenire entro il 29 agosto 2021).

Da ricordare che tutti i rimborsi saranno esentasse.

Ma come si fa ad ottenere il rimborso?

La partecipazione è volontaria: possono iscriversi tutti i maggiorenni residenti in Italia.

La procedura standard è la seguente:

a) scaricare l’app IO (l’app di PagoPA che è già stata usata per erogare il bonus vacanze) sul cellulare.
N.B.: per poter utilizzare la App è necessario avere un codice SPID oppure una carta d’identità elettronica (con il suo codice PIN) e poi usare per l’accesso l’app CIEID.

b) All’apertura della App, si trova la voce “cashback”; per attivarla occorre scegliere l’opzione “attiva cashback” e spuntare tutte le caselle (compresa quella nella quale si dichiara che il cashback verrà utilizzato solo per spese personali e non professionali, poiché il rimborso è specificamente escluso per spese inerenti l’attività professionale eventualmente svolta).

c) Inserire l’ IBAN sul quale dovrà essere effettuato il rimborso.

d) Aggiungere il sistema di pagamento scelto, quale carta di credito, bancomat, postepay o bancoposta, ovvero app e altri strumenti di pagamento digitali, come Satispay, App Bancoposta, App Postepay, App Sella, Enel X Pay, Hype, Nexi Pay, Yap.

e) Inserire i dettagli della carta di credito o del bancomat. Da ricordare che se la carta di credito ha due circuiti deve essere iscritta due volte, cosicché tutti i pagamenti fatti con quella carta sui due circuiti possano essere considerati ai fini del rimborso.
Possono essere inserite anche carte di credito o di debito, purché siano utilizzabili per gli acquisti online, ovverosia rechino sul retro il codice di tre cifre CVC.
La App IO verifica se la carta è attiva facendo un pagamento di prova di un centesimo che viene restituito al titolare insieme al cashback.
Per i bancomat la verifica non è necessaria: è sufficiente scegliere dall’elenco che si rinviene nella App il nome della banca che ha emesso la carta, dopodiché il sistema individua automaticamente quella del soggetto richiedente.

f) Verificare che il metodo di pagamento sia attivato nella sezione cashback (non è sufficiente che sia presente nel portafogli). Sarà possibile aggiungere successivamente altri metodi di pagamento, cliccando sulla voce cashback nel portafoglio e poi su “aggiungi” (di fianco a metodo di pagamento) per aggiungerne altri. I pagamenti saranno conteggiati solo a partire dal giorno successivo a quello in cui è stata attivata la modalità di pagamento.

g) Una volta registrati gli strumenti di pagamento non si dovrà fare altro che usarli per l’acquisto di beni o servizi; le transazioni saranno registrate automaticamente ai fini del rimborso.
L’App consente altresì di visualizzare il numero di transazioni effettuate, la posizione nella classifica per arrivare ai primi 100mila che hanno diritto al super cashback, nonché le somme maturate a titolo di rimborso.

In alternativa alla procedura appena esaminata, i vari istituti di credito convenzionati con PagoPa hanno messo a disposizione dei propri clienti (o stanno attivandosi per farlo) dei sistemi che non richiedono Spid o CIE per l’iscrizione.

Quali tipi di pagamento rilevano ai fini del calcolo del cashback?

Il cashback riguarderà qualsiasi tipologia di spesa pagata con modalità elettronica, quindi sia gli acquisti di servizi, sia di beni, anche di prima necessità come generi alimentari, capi di abbigliamento, spese mediche, pagamenti nei ristoranti o tutte le altre tipologie di spesa.
Sono esclusi gli acquisti online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button055 6586984